Le Protagoniste

Tag: riforma

RIFORMA DEL DIRITTO DI FAMIGLIA: COSA CAMBIA

febbraio 10, 2014

di Pamela Paparoni

E’ entrata in vigore il 7 febbraio la riforma del diritto di famiglia contenuta nel decreto legislativo 154 firmato dal Capo della Stato a fine dicembre che riordina, cancella norme obsolete e sancisce concetti innovativi. Si tratta di una tappa fondamentale dopo il divorzio, la grande riforma del 1975 e la riforma delle adozioni, resasi necessaria dal mutamento della realtà, anche se molti principi contenuti nel nuovo diritto di famiglia sono già entrati nella prassi consolidata dei tribunali o imposta dalla normativa europea.

continua

Women pose with a banner that reads "El tren de la libertad" (the Freedom Train) as they prepare to leave from Gijon, northern Spain, to Madrid

CONTRO LA LEGGE SPAGNOLA ANTI-ABORTO SI MOBILITA L’EUROPA DELLE DONNE

febbraio 3, 2014

Era cominciata come un’iniziativa del cenacolo femminista ‘Les comadres y mujeres por la Igualidad’, le comari e donne per l’uguaglianza, di Pola de Laviana, un piccolo paese delle Asturie. È finita col diventare una mobilitazione nazionale, a Madrid, con 300 associazioni che hanno aderito al manifesto “per il diritto a decidere” e almeno diecimila manifestanti in piazza contro la ‘controriforma’ dell’aborto proposta nel dicembre scorso dal governo di Mariano Rajoy, per chiederne il ritiro e le dimissioni del promotore, il ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardon.
Sul tam-tam rilanciato nei social network, sit-in di protesta e flash mob hanno preso vita da Londra a Bruxelles, da Amsterdam a Milano, da Roma a Firenze, davanti ambasciate e consolati spagnoli. Anche Parigi ha manifestato contro la legge che limita l’aborto. Al corteo erano presenti anche la leader del gruppo Femen, la ucraina Inna Shevchenko, e la candidata socialista a sindaco di Parigi, Anne Hidalgo. Il ‘treno della libertà’ – quello che portava appunto le esponenti del movimento dalle Asturie a Madrid – non è stato l’unico a calare sulla capitale, ma decine di vagoni e autobus sono giunti da numerose città spagnole carichi di manifestanti.

continua

“ITALICUM”: GLI EMENDAMENTI A FAVORE DELLA PARITA’ DI GENERE

gennaio 28, 2014

Prima la conferenza stampa congiunta, lo scorso martedì, e l’impegno a far rispettare l’equilibrio di genere nella legge elettorale, poi gli emendamenti depositati in commissione Affari costituzionali alla Camera; la questione delle quote di genere è un altro dei nodi da risolvere per arrivare a un accordo sulla riforma della legge elettorale. E sui meccanismi adatti a garantire un’equa rappresentanza femminile, tutti i partiti hanno presentato emendamenti ad hoc.

continua

DONNE E PENSIONE ANTICIPATA

gennaio 27, 2014

L’uscita di sicurezza inizierà a chiudersi tra poche settimane. Da marzo, infatti, non sarà più possibile per le lavoratrici autonome andare in pensione a 58 anni, con 35 di contributi, accettando un assegno decurtato di circa il 30% per l’applicazione del calcolo contributivo. Poi da settembre l’alt verrà dato alle dipendenti, che avrebbero potuto scegliere la stessa via di fuga già a 57 anni. Verrà così meno una delle ultime scappatoie alle regole rigide della riforma previdenziale voluta a fine 2011 dal governo Monti nel pieno dell’emergenza finanziaria, ma la fine di questo regime alternativo, reso appetibile proprio dal brusco innalzamento dei requisiti ordinari per la pensione, è tutt’altro che pacifica. Lo scorso novembre, infatti, la Commissione Lavoro del Senato ha approvato una risoluzione che impegna il Governo a rivedere la situazione: in particolare con la modifica della circolare dell’Inps che di fatto anticipa i tempi rispetto all’originaria scadenza di fine 2015.

continua