Le Protagoniste

Tag: Merkel

RENZI ALLA UE: «QUI CI VUOLE UNA DONNA». E LAGARDE TORNA TRA LE CANDIDATE

giugno 6, 2014

«Qui ci vuole una donna, l’Italia ha dato un esempio con il suo governo». Un vertice del G7, per la prima volta Bruxelles e per la prima volta con la partecipazione di Renzi, in cui la scelta del nuovo Presidente della Commissione Europea ha un po’ messo in sordina tutto il resto, dall’Ucraina alla disoccupazione. Lo dimostra anche la battuta di Matteo Renzi: «Qui ci vuole una donna…», e c’è chi torna a pensare a Christine Lagarde, francese, direttore generale del Fondo monetario internazionale, la cui candidatura è in questi giorni caldeggiata ufficiosamente dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. Ma il motivo per cui Renzi cita le «sue» ministre, sembra essere soprattutto quello di sbloccare una discussione ormai incanaglita: Jean-Claude Juncker sì, a capo della Commissione, e la Gran Bretagna fuori dalla Ue, come minaccia il suo primo ministro David Cameron? Junker no, e Angela Merkel costretta a far finta di niente, poiché l’ex presidente dell’Eurogruppo era ed è pur sempre il suo candidato ufficiale? Insomma, uno stallo a 28 facce, quelle dei leader Ue, che sembra dar ragione a Barack Obama quando confessa di sapersi orientare poco fra gli ingranaggi istituzionali dell’Europa. Ingranaggi “sparigliati” proprio dalle mosse a sorpresa della Merkel.

continua

LA MERKEL SI È ARRESA SULLE QUOTE

aprile 2, 2014

Di Ornella del Guasto

Angela Merkel non è mai stata una sostenitrice delle quote rosa, commenta El Paìs, ma per la fine dell’anno, la Germania si accinge ad approvare una legge che obbliga le grandi imprese ad attribuire alle donne entro il 2016 almeno il 30% dei seggi nei Cda. Il progetto riguarda 180 grandi imprese tedesche che impiegano ciascuna un minimo di 2000 persone. Con questa decisione la Germania si allinea alla media di Francia e Italia che hanno optato per questa politica molto prima. La Cancelliera si è arresa a causa delle fortissime pressioni di Sigmar Gabriel, presidente del partito socialdemocratico, vicecancelliere e ministro dell’Economia e della Commissaria europea Viviane Reding.

continua

G8-Gipfel in St. Petersburg 2006

LA MERKEL ANNUNCIA: QUOTE ROSA NELLE GRANDI AZIENDE

gennaio 30, 2014

Lo scorso mercoledì, Angela Merkel ha annunciato che il suo governo promulgherà nuove leggi per rendere possibile una quota femminile nella gestione di grandi aziende tedesche a partire dal 2016. Attualmente, secondo uno studio Wob-index , in Germania le donne rappresentano il 17% dei componenti dei CdA e poco meno del 6% nei consigli di sorveglianza.

continua

Germania: un’occasione di studio e lavoro per le giovani europee

giugno 2, 2013

In Germania l’attivissima ministra del Lavoro cristiano-democratica, Ursula Von der Leyen, che ha sfidato la Merkel sulle quote rosa affermando che sono indispensabili per far entrare le donne nei Cda, il 28 maggio  alla conferenza  internazionale sull’ immigrazione ha preso di petto un altro problema cruciale sottolineando come il Paese abbia bisogno di lavoratori esteri per garantire la sua crescita. “Se si guarda ai prossimi 15 anni e se non cambiano le nostre strategie ci verranno a mancare 6 milioni di persone di cui abbiamo bisogno”- ha detto. D’accordo il ministro  dell’Economia Philipp Rosler  secondo cui “deve arrivare più immigrazione qualificata dall’estero”. Questo mese infatti, Germania e Spagna hanno firmato un accordo che consente agli studenti spagnoli di andare in Germania a studiare per restare a lavorare. Come ha riportato la stampa internazionale, il piano della von der Leyen vuole stimolare soprattutto la presenza femminile nei posti di lavoro nei settori più specializzati  e migliorare la formazione dei giovani sollecitando la Banca Europea per gli investimenti alle aziende che li assumono. Per questo la Ministra  vuole incoraggiare concretamente  l’arrivo di manodopera qualificata dall’estero rivolgendosi in Europa soprattutto a quei paesi come Spagna, Portogallo e Italia dove la disoccupazione sta diventando una grave emergenza garantendo che Berlino é pronta ad intervenire sulle spese di viaggio, i corsi di lingua e il sostegno agli imprenditori.

Ornella Del Guasto


Quote rosa tedesche: giovedì il giorno della verità?

aprile 15, 2013

Angela Merkel  sta affrontando la rivolta  delle donne parlamentari, tra cui molte della sua stessa compagine politica, sulla questione di imporre le  quote rosa nei Cda delle compagnie tedesche  quotate in Borsa, scrive Financial Times. Le parlamentari la stanno minacciando di votare una risoluzione del Bundestag  che sarà discussa giovedì 18 aprile  e che  intende imporre  una presenza femminile di almeno il 20%  nei Cda entro il 2018 e del 40% entro il 2023. Se questo avverrà sarà un grande smacco per la Cancelliera, contraria alle quote per legge e a favore delle quote volontarie,  nonostante gli scarsi progressi della presenza femminile nei ruoli di vertice. Sull’argomento sono divise le stesse colleghe di Governo: la ministra del Lavoro Ursula von der Leyen è a favore delle quote per legge mentre la ministra della Famiglia Kristina Schroeder combatte per le quote volontarie. Dopo anni di discussioni l’iniziativa legale è stata presa  dal partito di opposizione socialdemocratica SPD  nel Bundesrat ( dove sono rappresentati 16 Lender) dove è stata approvata a  maggioranza  grazie al sostegno di 2 grandi Lender guidati dai democristiani.