Le Protagoniste

Tag: Germania

G8-Gipfel in St. Petersburg 2006

LA MERKEL ANNUNCIA: QUOTE ROSA NELLE GRANDI AZIENDE

gennaio 30, 2014

Lo scorso mercoledì, Angela Merkel ha annunciato che il suo governo promulgherà nuove leggi per rendere possibile una quota femminile nella gestione di grandi aziende tedesche a partire dal 2016. Attualmente, secondo uno studio Wob-index , in Germania le donne rappresentano il 17% dei componenti dei CdA e poco meno del 6% nei consigli di sorveglianza.

continua

Germania: un’occasione di studio e lavoro per le giovani europee

giugno 2, 2013

In Germania l’attivissima ministra del Lavoro cristiano-democratica, Ursula Von der Leyen, che ha sfidato la Merkel sulle quote rosa affermando che sono indispensabili per far entrare le donne nei Cda, il 28 maggio  alla conferenza  internazionale sull’ immigrazione ha preso di petto un altro problema cruciale sottolineando come il Paese abbia bisogno di lavoratori esteri per garantire la sua crescita. “Se si guarda ai prossimi 15 anni e se non cambiano le nostre strategie ci verranno a mancare 6 milioni di persone di cui abbiamo bisogno”- ha detto. D’accordo il ministro  dell’Economia Philipp Rosler  secondo cui “deve arrivare più immigrazione qualificata dall’estero”. Questo mese infatti, Germania e Spagna hanno firmato un accordo che consente agli studenti spagnoli di andare in Germania a studiare per restare a lavorare. Come ha riportato la stampa internazionale, il piano della von der Leyen vuole stimolare soprattutto la presenza femminile nei posti di lavoro nei settori più specializzati  e migliorare la formazione dei giovani sollecitando la Banca Europea per gli investimenti alle aziende che li assumono. Per questo la Ministra  vuole incoraggiare concretamente  l’arrivo di manodopera qualificata dall’estero rivolgendosi in Europa soprattutto a quei paesi come Spagna, Portogallo e Italia dove la disoccupazione sta diventando una grave emergenza garantendo che Berlino é pronta ad intervenire sulle spese di viaggio, i corsi di lingua e il sostegno agli imprenditori.

Ornella Del Guasto


Lella Golfo: Su quote di genere Italia batte Germania 1 a 0

aprile 18, 2013

“Per una volta la Germania non può darci lezioni: grazie alla mia legge sulle quote di genere nei CdA delle società quotate e controllate l’Italia in tema di pari opportunità è assolutamente all’avanguardia. Non solo il nostro Parlamento è riuscito a garantire al Paese una legislazione che promuove le donne in economia ma a differenza dei tedeschi non abbiamo usato un tema così delicato e importante come le pari opportunità per meri scontri tra schieramenti. Credo sia una bella rivincita e questa volta è la Germania a doversi preoccupare del suo spread in tema di parità di genere: una bella rivincita per il nostro Paese!”. Lo scrive in una nota Lella Golfo, Presidente della Fondazione Bellisario e prima firmataria della legge sulle quote di genere nelle società quotate e controllate entrata in vigore in Italia lo scorso agosto. “Certamente – continua Golfo – la bocciatura di oggi dispiace, per di più su una proposta molto conservativa e che prevedeva una quota del 20% entro il 2018 e del 40 per cento entro il 2023. Ma questo brutto segnale è anche la dimostrazione di quanto ripetiamo da tempo: è necessaria una vincolante legislazione a livello europeo sulle quote di genere affinché anche i Paesi culturalmente e legislativamente più indietro si adeguino. La proposta di direttiva europea della Vicepresidente Reding, già approvata dalla Commissione, che prevede una quota del 40% nei board delle società quotate è un primo passo e un precedente storico ma l’esempio negativo della Germania deve far riflettere e incoraggiare a d azioni ancora più stringenti”.