Le Protagoniste

Tag: gap salariale

GRAN BRETAGNA:IL GAP SALARIALE DI GENERE MOSTRA LIEVI SEGNALI DI MIGLIORAMENTO

giugno 6, 2014

di Ornella Del Guasto

Non esiste un Paese al mondo dove le lavoratrici sono pagate come gli uomini, scrive Financial Times. Secondo le stime delle Organizzazioni internazionali del lavoro, lo scarto salariale è di circa il 23% e la differenza, sia pure inferiore, si registra persino in Paesi all’avanguardia nella parità di genere come Svezia, Islanda e Norvegia. La differenza varia da paese, da industria, da titolo di studio, da tipo di lavoro, da età. Persino nello svolgere lo stesso ruolo la donna è pagata meno del collega che le sta accanto. Per molti anni il gap salariale sembrato restringersi ma dal 2012 è tornato ad allargarsi, dal 9,5% al 10% per i lavoratori a tempo pieno. Secondo i sindacati, la disparità è soprattutto accentuato nel settore privato dove è del 19,9% comparato al 13,6% del settore pubblico. Per questo i centri di ricerca più accreditati sostengono che è tempo di studiare una specifica strategia per l’occupazione femminile, dato che quella in atto non ha funzionato.

continua

GRAN BRETAGNA:IL GAP SALARIALE DI GENERE MOSTRA LIEVI SEGNALI DI MIGLIORAMENTO

marzo 24, 2014

Di Ornella Del Guasto

Non esiste un paese al mondo dove le lavoratrici sono pagate come gli uomini, scrive Financial Times. Secondo le stime delle Organizzazioni internazionali del lavoro, lo scarto salariale è di circa il 23% e la differenza, sia pure inferiore, si registra persino in Paesi all’avanguardia nella parità di genere come Svezia, Islanda e Norvegia. La differenza varia da paese, da industria , da titolo di studio, da tipo di lavoro, da età. Persino nello svolgere lo stesso ruolo la donna è pagata meno del collega che le sta accanto. Per molti anni il gap salariale sembrato restringersi ma dal 2012 è tornato ad allargarsi, dal 9,5% al 10% per i lavoratori a tempo pieno. Secondo i sindacati, la disparità è soprattutto accentuato nel settore privato dove è del 19,9% comparato al 13,6% del settore pubblico. Per questo i centri di ricerca più accreditati sostengono che è tempo di studiare una specifica strategia per l’occupazione femminile, dato che quella in atto non ha funzionato.

continua

GRAN BRETAGNA:IL GAP SALARIALE DI GENERE MOSTRA LIEVI SEGNALI DI MIGLIORAMENTO

marzo 12, 2014

Di Ornella Del Guasto

Non esiste un paese al mondo dove le lavoratrici sono pagate come gli uomini, scrive Financial Times. Secondo le stime delle Organizzazioni internazionali del lavoro, lo scarto salariale è di circa il 23% e la differenza, sia pure inferiore, si registra persino in Paesi all’avanguardia nella parità di genere come Svezia, Islanda e Norvegia. La differenza varia da paese, da industria , da titolo di studio, da tipo di lavoro, da età. Persino nello svolgere lo stesso ruolo la donna è pagata meno del collega che le sta accanto. Per molti anni il gap salariale sembrato restringersi ma dal 2012 è tornato ad allargarsi, dal 9,5% al 10% per i lavoratori a tempo pieno. Secondo i sindacati, la disparità è soprattutto accentuato nel settore privato dove è del 19,9% comparato al 13,6% del settore pubblico. Per questo i centri di ricerca più accreditati sostengono che è tempo di studiare una specifica strategia per l’occupazione femminile, dato che quella in atto non ha funzionato.
In Australia ad esempio lo scorso anno il gap è risultato al 26% rispetto al 24% di un decennio fa.

continua